11/01/2019 10:07

Righi smentisce Setti:
"Il Mantova è autonomo"

"Noi siamo assolutamente autonomi e non subalterni al Verona. Il mio sogno, anzi, è quello a medio-lungo termine di sorpassare l’Hellas”. Il direttore sportivo del Mantova, Emanuele Righi, risponde così dopo l’intervista di Maurizio Setti a La Gazzetta dello Sport.

L'imprenditore carpigiano aveva detto alla "Rosea" che il Mantova serviva come satellite per far crescere i giovani dell'Hellas. "Io ho preso dal Verona soltanto alcuni giovani perché li conoscevo e li volevo - ha aggiunto Righi alla Gazzetta di Mantova - poi è chiaro che esiste un canale privilegiato con il Verona, ma se a fine stagione l’Hellas volesse qualche nostro giocatore, ci si dovrebbe sedere a un tavolo e discuterne. Noi siamo orgogliosamente il Mantova e facciamo il nostro percorso in completa autonomia, quella che ci ha garantito Setti presentandoci il suo progetto. Il mio sogno, a medio lungo termine, è quello di mettere la freccia e sorpassare il Verona, così come tante altre squadre".

Righi ha concluso: "Finché io sarò qui, garantisco che non ci sarà, come non c’è stata finora e non c’è adesso, subalternità al Verona. Lo dico per tutelare il mio lavoro, quello dei ragazzi e dello staff tecnico. Setti? Non credo di dover parlare con lui di questa cosa. È il mio datore di lavoro da 7 anni, sa come sono fatto".