27/04/2019 00:28

Verona si gioca tutto
in una sola partita

È il momento della verità. O tutto o niente. Oggi, sabato 27 aprile, alle 16 nella gara valida per la 22a giornata di Top 12, il Verona Rugby scenderà in campo allo Stadio L. Zaffanella, per l’ultima, determinante, gara della regular season, per affrontare i gialloneri del Rugby Viadana e giocarsi la tanto agognata salvezza.
Gli uomini di coach Doorey sono al momento terzultimi in classifica, fuori dalla zona rossa, ma la Lazio, a -4, impregnata con Valsugana nell’ultima giornata di Top 12, può ancora sperare. A seconda dei risultati al termine di questi ultimi 80 minuti che ci separano dal termine del Campionato, sono sono diversi gli scenari che potrebbero presentarsi. A Verona mancano 2 punti per festeggiare la salvezza matematica indipendentemente dal verdetto del Plabiscito. Nel caso in cui Viadana avesse la meglio, e la Lazio facesse bottino pieno con Valsugana, gli antracite dovrebbero portare a casa il bonus difensivo dallo Zaffanella per poter restare aggrappati all’obiettivo salvezza. Ricrodiamo che in caso di pari punti tra i biancocelesti e Verona, come previsto dal regolamento FIR, si disputerà una gara di spareggio in campo neutro.
Le dichiarazioni di Grant Doorey, head coach del First XV veronese, in vista del match: “Anche se conosciamo tutte le diverse combinazioni di risultati, non facciamo calcoli. Il nostro unico obiettivo è, e deve essere, la vittoria. Nient’altro. Come affronterà la partita Viadana? Secondo me in modo molto combattivo. Sicuramente non avranno la nostra stessa pressione sulle spalle, ma questo può essere un’arma a doppio taglio perché una squadra come la loro può essere molto più pericolosa se le viene data la possibilità di giocare liberamente. Hanno elementi molto importanti in squadra, specialmente tra i trequarti e sarà importantissimo limitarli mantenendo alta la pressione in difesa. La sosta di Pasqua? È stata molto costruttiva. I ragazzi hanno avuto modo di rinfrescare un po’ le gambe, ma soprattutto la testa e questo è molto importante. La nostra formazione? Non abbiamo fatti grandi variazioni rispetto al solito. Abbiamo avuto qualche piccolo problema di infortunio e quella messa in campo sarà a miglior squadra che potremo schierare. Andiamo per fare una grande prestazione e sono certo che i ragazzi daranno tutto per centrare la vittoria”.
Ecco la probabile formazione che scenderà in campo allo Zaffanella: Mortali; Buondonno, Conor, Quintieri, Cruciani; McKinney, Navarra; Zanini, Rossi, Riccioli (cap); Salvetti, Groenewald; Cittadini, Silvestri, D’Agostino. A disposizione: Delfino, Furia, Greeff, Signore, Bernini, Spinelli, Soffiato, Pavan. All. Grant Doorey (Head Coach), Zane Ansell (Assistant Coach), Greg Sinclair (Skills Coach).