23/05/2019 16:25

CAOS SERIE B: TAR
DA' RAGIONE AL FOGGIA

Continua il caos in serie B. Il Tar del Lazio ha infatti decretato la sospensione in via cautelare della delibera con cui la lega di B ha annullato i playout e decretato la salvezza per Venezia e Salernitana.


I giudici romani hanno dunque accolto il ricorso presentato dal Foggia dando ragione al club pugliese che — dopo la retrocessione del Palermo all’ultimo posto per illeciti amministrativi — era stato danneggiato dalla decisione del consiglio direttivo della Lega di B di abolire gli spareggi salvezza.


Secondo il Tar «la modifica della graduatoria del campionato, a seguito della retrocessione della squadra del Palermo — scrive — provoca uno scorrimento che ha come effetto quello di permettere la disputa dei playout a squadre diverse rispetto a quelle individuate nella precedente graduatoria». La prova che scorrimento ci sia stato (e non, come sosteneva l’altra parte, mera esclusione del Palermo) la si trova nel fatto che la stessa delibera di Lega di B — per usare ancora le parole del Tribunale amministrativo — «ha attribuito valore alla retrocessione del Palermo nell’ambito della graduatoria, disponendo la possibilità per il Perugia di disputare i playoff, ancorché essa non fosse collocata in posizione utile prima della retrocessione del Palermo».



Ora il Collegio dovrà decidere se confermare o meno la retrocessione del Palermo, a cui potrebbe invece essere attribuita una penalizzazione. Nel caso la retrocessione sia confermata, il CONI dovrà decidere se la squadra rosanero sia da considerarsi retrocessa “d’ufficio” (a cui quindi si andrebbero ad aggiungere tre retrocesse in via diretta), oppure retrocessa perché penalizzata in modo tale da essere posizionata all’ultimo posto della classifica (nel qual caso i playout potrebbero doversi disputare).


Il tribunale amministrativo sta procedendo ad esaminare il ricorso d’urgenza presentato dal Foggia. Procedimento che dovrà essere ultimato entro il 28 maggio, ma al momento la delibera della Lega di B è sospesa.


Lo stop, dunque, rischia di intrecciarsi con le sorti del Palermo Calcio. Qualora la Corte Federale si pronunciasse favorevolmente sul ricorso della società rosanero e si evitasse la retrocessione in Serie C, c’è la possibilità che i playout vengano effettivamente disputati con le due squadre adesso ‘virtualmente’ salve che dovrebbero giocarsi la permanenza in Serie B.