17/06/2019 17:15

"Nuovo stadio? Esparza
non è credibile"

“Esparza vuole fare un'operazione da 100 milioni ma la sede della sua società a New York è in co-working con un commercialista. C'è poca trasparenza da parte del Sindaco che non rende pubblica la conferenza dei servizi dove è stato smentito dai suoi dirigenti”. Flavio Tosi torna all'attacco sul progetto per il nuovo stadio.

“Sul piano economico-finanziario il progetto fa acqua da tutte le parti, inoltre Sboarina è stato smentito dai suoi stessi dirigenti comunali. Poi è irrazionale creare un cantiere devastante nel quartiere per rifare lo stadio lì, o il nuovo stadio lo fai fuori città, tipo alla Marangona o in zona seminario, oppure se lo vuoi tenere lì prevedi una ristrutturazione non impattante” ha aggiunto in conferenza stampa a Palazzo Barbieri l'ex sindaco di Verona, accompagnato dai consiglieri comunali Alberto Bozza e Patrizia Bisinella.

Tosi ha denunciato, secondo lui, la mancanza di trasparenza di Sboarina: “Il 29 maggio ho chiesto il verbale della conferenza dei servizi, dovrebbe essere consegnato entro 5 giorni, ma dopo 20 giorni e due solleciti ancora non ho ricevuto nulla. L'ho chiesto perché so che i dirigenti comunali hanno mostrato forti perplessità sul piano-economico finanziario, che in effetti non sta in piedi, perché nessuno spenderebbe 100 milioni di euro per costruire un albergo, un teatro e qualche negozio, non ci sarebbe ritorno economico”.

Che ci siano molte stranezze, dice Tosi, lo conferma anche la credibilità del messicano Esparza “uno che deve fare un'operazione da 100 milioni di euro ma a New York la sua società ha la sede appoggiata in co-working negli uffici di un commercialista. Sboarina diceva che per mettere a norma il Bentegodi servivano milioni di euro e invece, com'è stato deliberato in Consiglio comunale e confermato da un dirigente, bastano 300 mila euro per seggiolini e impianto di illuminazione".


Guarda anche: