20/11/2019 08:58

Ecco chi sono i 5
fedelissimi di Juric

Ivan Juric ha cambiato l'Hellas. Sono bastate poche settimane al tecnico croato per trasmettere alla squadra la sua mentalità e l'idea di calcio che lo ha contraddistinto nel corso della sua carriera. Squadra corta tra i reparti, marcature strette, Pressing alto, ripartenze veloci e verticalizzazioni pungenti.

Il tecnico croato in questi mesi sta dimostrando di non amare particolarmente i cambiamenti e spesso schiera la stessa squadra (anche perché l'intera rosa non offre tantissima qualità per la Serie A). Certi giocatori sono irrinunciabili per lui: ben 5 sono stati usati sempre dall'ex Genoa, non c'è una partita in cui abbia rinunciato a loro. Si tratta del portiere Marco Silvestri, il difensore Amir Rrahmani, il centrocampista Sofyan Amrabat e gli esterni Davide Faraoni e Darko Lazovic.

Questi giocatori (a parte il portiere che di norma gioca tutte le partite) stanno "tirando la carretta" e non a caso sono quelli che stanno offrendo le prestazioni più convincenti. Lazovic e Faraoni, nonostante il ruolo molto dispendioso, sono intoccabili. Vitale si è visto raramente mentre Adjapong e Wesley "Gasolina" non hanno ancora avuto minutaggio.

Rrahmani invece è uno dei leader della difesa ed è rimasto in campo col Brescia anche se aveva subìto un duro colpo da Balotelli che lo aveva condizionato per una buona parte del match. Ed infine Amrabat. Juric era stato chiaro in una delle tante conferenze stampa pre-partita: "Gioca finché non muore" aveva detto in maniera ironica. Ma forse non era nemmeno tanto una battuta...