12/01/2020 20:03

Tezenis, via la scimmia
Vince a Roseto 76-84

La serie nera della Tezenis si ferma a Roseto. Sul parquet abruzzese la squadra di Andrea Diana scaccia la “scimmia” e conquista la prima vittoria dopo quattro sconfitte di fila: 76-84 e zona playoff agganciata, ora Verona è 8ª.

Successo con alti e bassi in una partita peraltro sempre controllata dai giganti gialloblù che tuttavia nella ripresa hanno subito la rimonta dei giovani rosetani che dal gap in doppia cifra hanno agganciato e sorpassato.

Un ritrovato Candussi (23 punti con 10/17 dal campo e 3/6 ai liberi e 11 rimbalzi), Hasbrouck a quota 17 e Tomassini leader in regia (14 punti con 5/10 al tiro), oltre a Udom (9 punti con qualche ombra) e Rosselli (7 punti + 5 assist) non hanno reso necessario l’apporto di Bobby Jones. Il nuovo americano della Verona dei canestri è rimasto a secco: 0 punti con 0/1 al tiro e -2 di valutazione in oltre 14’ di utilizzo).

Al Palamaggioli coach Diana lancia in quintetto Bobby Jones (fino a tre giorni fa proprio con la squadra abruzzese) che spende 3 falli in 10’.

Verona è sempre in controllo: 16-19 alla prima pausa con due triple di Hasbrouck, anche Tomassini e Prandin segnano dalla grande distanza.

Il vantaggio gialloblù sale in doppia cifra sul 22-33 con la terza tripla di Hasbrouck, Roseto trova 6 punti di fila di Canka e risale fino al 30-35, poi Candussi riprende a troneggiare e ricaccia indietro i padroni di casa.

Il totem gialloblù si era presentato con un preoccupante 0/2 dalla lunetta, ma poi segna anche i liberi e all’intervallo tocca quota 15 con Verona avanti 39-45 sprecando il +12: 30-42 a chiudere un break 0-7 con Udom su assist di Candussi.

Il 16enne Giordano e Bayehe tengono accese le speranze rosetane.

Nella ripresa Roseto si affida ancora all'ex Pierich (13/13 dalla lunetta) e al 16enne Giordano che porta per due volte avanti i padroni di casa: 57-56 e 59-58.

Tomassini e Prandin su assist di Candussi riportano avanti i gialloblu e all'ultima pausa breve 61-64 per la Scaligera.

Nell’ultimo quarto la svolta con il parziale 0-14 aperto da Tomassini e marchiato da 3 canestri consecutivi di Udom, segnano anche Loschi imbeccato da Rosselli e ancora Tomassini che chiude dalla grande distanza per il 61-78.

La Sapori Veri replica con un 8-0 firmato da 6 punti di Lazar Nicolic e poi dal debuttante Mitja Nikolic. Roseto risale fino al -9 (69-78), Rosselli con una magia la ricaccia indietro ed il finale è solo l’attesa per liberare finalmente la gioia dei giganti gialloblù che mercoledì torneranno all’Agsm Forum contro Orzinuovi per la prima di due partite consecutive in casa.


SAPORI VERI ROSETO-TEZENIS VERONA 78-84

Parziali: 16-19, 39-45; 61-64

Roseto: Pierich 16 (0/7, 1/5, 13/13 tl), Bayehe 13 (5/7, 0/1), Nikolic L. 18 (5/7, 0/3), Nikolic M. 11 (1/3, 2/6), Oliva, Mouaha 1 (0/1, 0/2), Giordano 9 (3/4, 0/1), Menalo, Rupil, Canka 8 (4/9). Ghirlanda e Mabor n.e. All.: D’Arcangeli.

Tezenis Verona: Tomassini 14 (3/4, 2/6, 2/2); Candussi 23 (10/16, 0/1, 3/6 + 11 rimb.), Jones (0/1 da 3), Rosselli 7 (3/3 da 2, 1/2 tl), Hasbrouck 17 (2/3, 3/8, 4/4); Loschi 7 (1/1,1/2, 2/4), Prandin 7 (2/2, 1/3), Udom 9 (4/5, 0/1, 1/4). Guglielmi e Morgillo n.e. All.: Andrea Diana.

Arbitri: Valeriani di Ferentino, Centonza di Grottammare e Giovannetti di Rivoli Torinese.

Note - Tiri liberi: Roseto 31/34, Tezenis 13/22. Rimbalzi: Roseto 31 (24 dif. + 7 off.), Tezenis 35 (28+7). Assist: Roseto 10, Tezenis 18 (Rosselli 5).

(Mariobasket)