27/05/2020 11:56

Virtus, la spina dorsale
da cui ripartire

La Virtus Verona si appresta a iniziare piano piano la costruzione della nuova rosa che dovrà difendere la Lega Pro nella stagione del centenario rossoblù. Il prossimo anno sarà una stagione speciale e la Virtus non vorrà sicuramente commettere passi falsi.
Il mercato deve ancora entrare pienamente nel vivo, ma già da qualche settimana sono iniziate le prime voci e le prime valutazione sul da farsi. Per poter avere benchiaro dove bisognerà fare mercato, c'è bisogno di capire la spina dorsale sui cui si baserà la Virtus che verrà, le certezze di oggi insomma.

Partendo dalla difesa, in porta vedremo ancora il giovane promettente Giacomel, autore di due ottime stagioni in rossoblù fino ad ora e in costante crescita. Per quanto riguarda i difensori Visentin e Pellacani saranno le nuove leve della retroguardia rossoblù. A centrocampo, Riccardo Cazzola, sarà il leader del reparto vista l'esperienza, aspettando di capire se anche Bentivoglio farà ancora parte del gruppo il prossimo anno.

In attacco invece, dopo l'addio ormai certo di Odogwu, sarà ancora Domenico Danti, il capitano, a dover caricarsi la Virtus sulle spalle a suon di goal. La società dovrà dunque mettersi alla ricerca di un nuovo attaccante. Se Magrassi e Lupoli dovessero rinnovare, gli sforzi di mercato potrebbero concetrarsi in attacco su un unico profilo.

R.C